"Ogni Presìdio ha un suo particolare ‘progetto tematico’, da sviluppare nel corso dell’anno, che connota la sua missione sia in termini di contenuto, sia come processo sociale e inclusivo a cui mirare." [Carta dei Presìdi]

Sezione in aggiornamento. Consulta [qui] l'archivio dei Progetti Tematici degli anni precedenti.


Presidio di Acquaviva delle Fonti

“Leggere fra le righe”

Incontri di presentazione di nuove uscite editoriali durante le quali sarà dato spazio al nuovo prodotto letterario, in termini di temi trattati e di linguaggio, ma anche all’autore utilizzando note critiche, recensioni sulla sua opera in generale e spesso materiale video concesso sia dalle case editrici che dai canali televisivi. Grazie ad un patto di intesa con le scuole superiori del territorio di Acquaviva (Liceo statale Don Lorenzo Milani, IISS Rosa LUxembourg, Istituto superiore Chiarulli, Istituto tecnico commerciale Colamonico) il progetto si rivolge alle scuole primarie e secondarie di primo grado di Acquaviva.

Presidio di Adelfia

“Lib(e)ri in circolo – Poca favilla gran fiamma seconda”

Stimolare alla lettura e offrire “faville” di partecipazione alla vita culturale, sociale e quindi politica del territorio. Saranno realizzate otto presentazioni di testi tra romanzi e saggi (di cui 2 per ragazzi), utilizzando anche metodologie alternative. Si cercherà di affiancare il tutto con l’immediatezza delle arti visive, recitazione, musica.

Presidio di Alberobello

“Storia, leggenda, scritti, detti, usi e costumi”

Un programma di incontri, letture e seminari alla scoperta delle radici dei luoghi, della tradizione e della identità.

Presidio di Altamura

“Dalla bellezza all’accoglienza, dalla Costituzione alla mitologia”

In collaborazione con il liceo classico “Cagnazzi”, le tematiche da sviluppare saranno “l’estetica e la bellezza” e “l’accoglienza”. Altra tematica da sviluppare con il 6° circolo didattico Don Lorenzo Milani sarà “La costituzione raccontata ai bambini” dal libro di Anna Sarfatti, oltre a temi legati alla mitologia classica ispirata a racconti di Stefano Bordiglioni e Roberto Piumini.

Presidio di Andria

“C’è musica e musica”

Il Progetto 2017 sarà incentrato sulla conoscenza della musica, con percorsi conoscitivi e di approfondimento storico di generi musicali. I laboratori si alterneranno ad alcune esibizioni di gruppi musicali e, volta per volta, proposte di libri a tema.

Presidio di Apricena

“Nuove letture per nuovi lettori”

L’attività in biblioteca è al centro delle iniziative del presidio del libro di Apricena obiettivo è avvicinare gli alunni ai libri attraverso attività di lettura ad alta voce organizzate con gli insegnanti, con lo scopo di far scoprire ai più giovani il piacere della lettura e la possibilità di sfruttare il proprio tempo in modo costruttivo ed educativo, ma con la piacevole compagnia di un libro, in un sistema di circolazione delle conoscenze.

Presidio di Bari – Librincittà

“La piccola editoria”

Il Presidio “Librincittà”, dopo l’iniziativa di gennaio dedicata alla memoria, si propone di esplorare, attraverso incontri e conversazioni con autori ed editori, la piccola editoria, cioè quelle case editrici e autori che non sono in vista sugli scaffali delle librerie ne’ sui circuiti mediatici, sempre tenendo d’occhio la qualità delle scritture, l’attenzione alla innovazione dei generi narrativi, la novità e la suggestione dei temi trattati. Con una spiccata preferenza per la scrittura femminile e gli argomenti legati al mondo delle donne.

Presidio di Bari – Granteatrino

“Libri per crescere”

Il Granteatrino da sempre promuove attività di lettura nelle scuole, nelle librerie, nelle biblioteche e negli ospedali pediatrici puntando a formare i lettori del domani. Per far crescere i nostri scarsi indici di lettura non si può prescindere dall’accostare ai libri bambine e bambini sin dalla più tenera età. A tal fine la scuola e le famiglie sono alleati essenziali e preziosi. Da quest’anno il progetto si è ulteriormente esteso anche ai ragazzi delle scuole superiori che vanno pure sollecitati a letture interessanti e formative.

Presidio di Bari – Musiche & Arti

“Arte e musica”

Il progetto si articolerà in iniziative dedicate all’arte e alla musica, in collaborazione con il MiBACT – Soprintendenza Archivistica della Puglia e della Basilicata e con l’Università degli Studi di Bari “A. Moro”, oltre che con il CeRDEM – Centro di Ricerche e Documentazione sull’Ebraismo nel Mediterraneo “C. Colafemmina”.

Presidio di Barletta – Liberincipit

“La Bellezza salverà il Mondo”

Arte, Bellezza, Pietas in contrasto con il dilagante materialismo e la cupidigia umana. Partendo da questi argomenti esposti nell’ultimo romanzo dello scrittore Erri De Luca, dal quale prende il titolo, il progetto tematico del Presidio del Libro di Barletta per il 2017 si propone di indagare sull’assunto reso celebre da Dostoevskij “La Bellezza salverà il Mondo”.

Presidio di Bisceglie – Circolo dei Lettori

“Leggerezza”

Quest’anno il progetto tematico coniuga la parola leggere con la lentezza. Si è partiti dal cinquecentenario dell’Orlando furioso, Leggere con lentezza, a cui sono state dedicate letture ad alta voce, lezioni d’arte, musica e letteratura per continuare con #storiedilibridistorie, #diversinversi, #idirittingenere, #sentieridimemoria, #EuroVisioni, #anniversariannicorsari, con la collaborazione a Maestri e Margherite, Teatri di confine e Il Tempo dei piccoli; con il Sistema Garibaldi, con I sentieri delle Muse nella Puglia di Federico, per giungere alla quinta edizione di #libridamare, che sottolinea l’amore per la lettura lenta e partecipata con la declinazione della letteratura nei suoi vari generi, accompagnati dalla contaminazione di cinema, teatro, musica e arti varie.

Presidio di Bitetto

“Radici e identità”

Il progetto, nato dalla collaborazione tra l’Associazione culturale ArcheoLabA – Presidio di Bitetto e l’Assessorato alla Cultura dell’Amministrazione comunale della stessa Città, propone un percorso letterario e artistico che sviluppa la riflessione sul valore delle proprie radici e sulle diverse identità che, ogni giorno, costruiscono la nostra storia.

Presidio di Bitritto e Sannicandro

“Dialoghi”

Il libro e la lettura occasione di dialogo e confronto nel tempo e nello spazio, apertura di porte che “mostrano una luce fuori” come suggerisce Neil Gaiman. Leggere per rafforzare la capacità di immaginare sempre più soffocata dal potere delle immagini. Alcuni laboratori prevedono che gli alunni delle classi terze della scuola primaria potranno spaziare tra favole e fiabe con incontri quindicinali nella Biblioteca comunale di Sannicandro, mentre gli alunni delle classi seconde della secondaria inferiore si confronteranno nella gara “Per qualche libro in più “ dopo aver letto un libro scelto insieme.

Presidio di Botrugno – Il Baco

“L’universo dei diritti”

Viaggio di approfondimento letterario e sociologico nella società odierna scandito dagli articoli della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo.

Presidio di Bovino

“Casa dei libri e della lettura”

L’idea di costituire un presidio è nata dall’esigenza di colmare almeno in parte le carenze strutturali di una piccola comunità. Ecco, in questo senso presidio è proprio la parola giusta. Le biblioteche pubbliche stanno scomparendo, e comunque non sono sempre in grado di rispondere a una domanda completamente trasformata. Il nostro intento, dopo sondaggi durati anni e sempre molto incoraggianti nella risposta di pubblico, è quello di mettere insieme i volontari delle associazioni intorno a un progetto più grande della semplice promozione di un libro: vorremmo costruire gruppi di lettura stabili, impegnati su temi diversi e di età diverse, e da questo tornare a rendere la lettura un bisogno civico collettivo con al centro la biblioteca, come “Casa dei libri e della lettura”. Inoltre, dato il successo della manifestazione estiva, vorremmo trasformarla in un appuntamento fisso.

Presidio di Brindisi

“Storie di vita”

Il presidio intende incentrare il progetto sul percorso esistenziale delle persone, delle storie di vite che magari sembrano banali, ma che rivelano intrecci inaspettati apparentemente slegate tra loro. Uno sguardo sulla letteratura che parla dei destini della gente, delle loro avventure personali, delle loro esistenze piccole o grandi.

Presidio di Calimera

“L’anno che non caddero le foglie”

Prendere grandi decisioni, superare la timidezza, esporre i propri pensieri e dargli concretezza tramite azioni anche rischiose: queste sono le sollecitazioni educative che l’autrice Paola Mastrocola vuole indurre nei lettori con la sua favola per tutte le età L’anno che non caddero le foglie (Guanda); una favola ecologista con un messaggio d’amore. Il tema di questa favola infatti, ambientata tra animali e piante in un bosco fantastico è l’amore, quello inteso nel più ampio senso del termine, quello senza sesso e senza etnie, quello che insegna ad essere coraggiosi, a guardarsi intorno e accorgerci di ciò che succede, a battersi per le cause giuste e importanti, a rispettare e ad avere cura per gli altri e per l’ecosistema. Questi i temi su cui ruota il Progetto Tematico di Calimera che prende spunto dal libro di Paola Mastrocola per affrontare con i bambini nelle attività di promozione della lettura, i temi che abbiamo fatto “nostri” da sempre, utilizzando il linguaggio del gioco in tutte le sue forme.

Presidio di Casarano

“Guerre/non guerre”

Spunti di riflessione sulle specificità delle Guerre attuali, guerre guerreggiate e ideologiche, loro dinamiche economiche, sociali ed esistenziali, nella prospettiva di un futuro sostenibile, presupposto di Pace e di benessere. Nel promuovere la lettura, occasioni di incontro per condividere dubbi e paure, e per superarli. Riflessioni su politica e società, società e cultura, problemi sociali, migrazioni, immigrazione ed emarginazione.

Presidio di Cassano delle Murge

“La fisica della lettura”

Prendendo spunto dal recente libro La fisica della vita. La nuova scienza della biologia quantistica (Bollati Boringhieri) di Jim Al-Khalili, il progetto tematico vuole approfondire la capacità della lettura di determinare processi di “entanglement quantistico” di tipo sociale. Tale dimensione fisica della lettura può diventare strumento di pedagogia fenomenologica, che rompe la superficialità dell’apparire ed apre nuovi spazi alla profondità del pensiero.

Presidio di Castellaneta

“Liberidipensare”

Il Presidio intende organizzare le seguenti attività: II edizione del corso-concorso di scrittura creativa “Liberi di scrivere”; seminari pomeridiani di lettura, musica, danza, teatro; incontri con autori, magistrati, esperti. Seguendo il tema della Festa dei Lettori 2015 “Parole sacre”, le attività verranno inquadrate secondo il leitmotiv dell’art. 21 della Costituzione: «Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure».

Presidio di Cisternino

“Le vie del sapere: viaggio tra le arti e la letteratura”

L’obiettivo è quello di comunicare e diffondere l’arte e la cultura a 360 gradi , “con” e “attraverso” i libri, rendendole fruibili a tutte le fasce di età, dai bambini agli adulti.

Presidio di Conversano – Fondazione “G. Di Vagno”

“Guarda dove va il mondo – Scenari per un futuro molto prossimo”

Come sarà il mondo nel 2050? Se nel mondo sempre più globalizzato diminuiscono le distanze, nel frattempo aumenteranno diseguaglianze e divari sociali. Ma alla fine, nell’era della quarta rivoluzione industriale, i problemi resteranno il controllo sulle risorse energetiche, le questioni demografiche e le migrazioni, la salute, l’ambiente, l’alimentazione.

Presidio di Copertino – Fondazione Moschettini

“Autori di Puglia”

La Fondazione Moschettini ha scelto di dedicare attenzione alla Puglia e ai suoi autori. Si continuerà un percorso dedicato agli scrittori pugliesi del ’900, con una attenzione anche a scrittori emergenti. Un “invito alla lettura della Puglia” che passa da studi su autori del passato ad autori contemporanei, a studi dedicati al territorio. A fine anno saranno presentati i volumi dedicati alle radici messapiche della Puglia meridionale.

Presidio di Corato

“La Lettura Libera(la)Mente”

Ispirato al concetto di Biblioterapia, il progetto prevede il coinvolgimento di poeti, attori, scrittori, illustratori, giornalisti. Saranno coinvolte realtà diverse: gruppi di lettura presso il carcere; gruppi di lettura presso le scuole superiori; “Lettura vagabonda” con l’uso del kamishibai giapponese; “Lib(e)ro scambio” con cadenza mensile; incontri di formazione finalizzati alla costituzione di un gruppo di lettori volontari.

Presidio di Fasano

“Leggere è resistere”

Fortemente convinti che l’impegno sul fronte della cultura possa favorire una crescita civile, sociale ed economica del territorio, il Presìdio di Fasano intende sviluppare un dibattito intorno a tematiche spesso delegate ad addetti ai lavori, e, spesso, lontane dai destinatari della società civile. Con questo spirito proseguono il percorso mettendo in rilievo alcune emergenze, da quei fenomeni portatori di significati sociali, antropologici e di consapevolezza della propria identità a situazioni di disagio culturale che vanno affrontate con interventi straordinari per produrre un salto di qualità.

Presidio di Gioia del Colle – Illiria

“Etranger”

Etranger 2017 è il festival delle arti, la sfida di far comunicare le principali arti espressive in un’unica proposta che offre il meglio della narrazione cinematografica, letteraria e figurativa. Laddove la specificità si pone come principio discriminante di eccellenza, il progetto la indica nella capacità di far interagire le comunicazioni differenti allo scopo di incuriosire il più vasto pubblico. Le contaminazioni arricchiscono il messaggio e non ne inficiano il fascino identitario, anzi, gli conferiscono un valore aggiunto riflettendo la complessità della contemporaneità. La tematica che lega la proposta progettuale è quella della diversità nella sua accezione più ampia: sociale, politica, culturale, razziale.

Presidio di Gravina in Puglia

“Perdute narrazioni nell’era digitale”

Il Presidio affronterà il tema dalle narrazioni a partire da quelle perdute della tradizione orale a quelle odierne, più o meno codificate, della narrazione digitale. Si proporranno laboratori di lettura ad alta voce (invitando il gruppo de “I piccoli maestri”) e laboratori di scrittura creativa, utilizzando nuove forme di comunicazione.

Presidio di Grottaglie

“Scritture e scrittori per il nuovo millennio”

Il Presidio sceglie di rivolgersi, prioritariamente, alla maggioranza dei non lettori privilegiando i giovani incontrati nei contesti istituzionali preposti allo studio e alla cultura, ma anche a adulti che non hanno abitudinariamente una frequentazione con il libro, le librerie, le biblioteche: Scritture e scrittori per il nuovo millennio, autori e identità letterarie regionali (primavera letteraria pugliese) e mediterranee (programmi interreg); Cyberdemocrazia: nuovi diritti di cittadinanza in internet; Memorie della Storia collettiva anche oltre la shoah per leggere il presente e prefigurare il futuro.

Presidio di Grumo Appula

“Lettura e territorio: un’interazione possibile”

Nel perseguire l’obiettivo di fare rete col territorio per la promozione della lettura, particolare attenzione è dedicata al rapporto con le scuole – primaria, secondaria di primo grado e secondaria di secondo grado – pur con la difficoltà oggettiva, anche in termini logistici, di far fronte alle esigenze di varie fasce di età. Per far fronte a tale difficoltà e andare incontro alle richieste degli utenti, oltre alle iniziative direttamente organizzate dal Presidio, si accolgono e condividono iniziative proposte da altri. Quest’anno, ad esempio e per la prima volta, usufruiremo, a fine marzo, dell’incontro di alcune classi di 1^ elementare con Anna Sarfatti, e di una classe dell’ITET Fiore con Lorenza Bernardi, nell’ambito della rassegna “Didiario”.

Presidio di Lecce – Fondo Verri

“Incroci e Latitudini”

Ad aprire ufficialmente la nuova programmazione, il 22 febbraio, l’incontro-omaggio al poeta Antonio L. Verri, nostro mentore e ispiratore, nel suo paese natale Caprarica di Lecce. Ad Antonio sarà dedicata la Scuola con la presentazione del Concorso di poesia “Fogli di Poesia” per il primo anno rivolto ai ragazzi di Caprarica. Il calendario delle attività del FV viene compilato “di giorno in giorno”, arricchito dagli incontri, dalle necessità e dai desideri di chi ci viene a cercare e di chi cerchiamo.

Presidio del Capo di Leuca

“Fides et Ratio”

Una rassegna itinerante con l’obiettivo di promuovere un approccio consapevole e costruttivo ai più importanti temi di attualità, attraverso la lettura e la discussione di libri del panorama editoriale italiano e locale. La rassegna sarà realizzata con il coinvolgimento dei GAL presenti sul territorio, della Diocesi di Ugento/S.Maria di Leuca, e di tutti i principali soggetti pubblici e privati locali (biblioteche, librerie, case editrici, associazioni culturali, imprese, scuole).

Presidio di Leporano

“Lettura e scrittura creativa”

Apertura di una biblioteca con sala di lettura e archivio storico all’interno del Castello Muscettola di Leporano, laboratori di scrittura creativa e drammatizzata rivolta a tutte le fasce di età. Questi alcuni degli obiettivi del Presìdio.

Presidio di Lucera

“Cremeria letteraria”

All’interno di un caffè gelateria si svolgono incontri con autori e musicisti rivolti a un pubblico eterogeneo per valorizzare la bellezza di un’antica città come Lucera.

Presidio di Martina Franca

“Manuscripta”

Particolare attenzione sarà rivolta al romanzo disegnato d’autore. esplorare la galassia pedagogica con particolare riferimento al rapporto tra la letteratura disegnata e l’impegno civile tra le macerie della società; tra i tanti temi che verranno affrontati c’è la narrazione dei veleni dell’ILVA, lo stabilimento siderurgico per la produzione e trasformazione dell’acciaio a ridosso del quartiere Tamburi di Taranto. A tal proposito il progetto quest’anno vede la collaborazione con l’Associazione di pediatri e bibliotecari di “Nati per leggere” e le scuole di Taranto e Martina Franca.

Presidio di Massafra

“Il filo delle storie”

Obiettivo di questi appuntamenti promuovere la lettura sin dalla più tenera età, i libri di qualità e l’abitudine all’utilizzo di librerie e biblioteche. Partendo dal presupposto che la lettura ad alta voce in età precoce, non solo stimola lo sviluppo del linguaggio e le abilità cognitive, ma favorisce nei bambini la motivazione, la curiosità e la memoria, tutte funzioni che vengono a comporre il bagaglio intellettuale ed emotivo complessivo del bambino. Ogni appuntamento prevede un laboratorio sul libro o attorno al lavoro di un autore. Non mancheranno i laboratori, in quanto permettono di approfondire i meccanismi della creatività, della libera associazione, della sperimentazione, così come gli appuntamenti di approfondimento dedicati agli adulti e agli incontri con autori e/o illustratori.

Presidio di Mesagne

“POETIcando. Camminata tra versi di ieri e di oggi”

Il tema è quello dell’attualità della poesia, di versi immortali e di cantate che continuano a segnare il nostro vissuto di lettori ed il nostro immaginifico, tema declinato con sapienza e qualche punta di leggerezza da esperti di letteratura, scrittori, musicisti, grazie al concorso di associazioni locali che animano spazi e sottolineano similitudini e confronti attraverso linguaggi diversi. Al tradizionale reading, infatti, si affiancheranno intermezzi musicali, visioni filmiche, esposizione di fumetti, etc, media per i pubblici più disparati per età, gusti e “alfabetizzazione” poetica ed emotiva.

Presidio di Molfetta

“Energie e natura”

Il 24 aprile 2016, trentesimo anniversario del disastro di Chernobyl, spartiacque che costrinse a vedere il mondo con occhi diversi. Raccontare Chernobyl significa non solo parlare del futuro dell’energia e della natura, ma anche essere costretti a tentare un precario equilibrio fra modi di raccontare il mondo.

Presidio di Modugno

“Le emozioni di un libro”

Il Presidio intende promuovere la lettura non solo con iniziative e incontri con gli autori ma anche con laboratori di lettura teatrale per imparare a capire a fondo quali lati di un testo possono prestarsi all’interesse collettivo per poi emozionare gli ascoltatori e affascinarli così all’arte del narrare e del narrato che è racchiuso in un libro.

Presidio di Monopoli

“Rivoluzione liquida”

Il Presidio, con il suo programma di incontri, vuole accendere una luce sulle nuove dinamiche sociali e riflettere su cosa può fare il singolo o i gruppi per avere un ruolo attivo.

Presidio di Nardò

“Sotto il segno di Vittorio Bodini”

Anche quest’anno il tema caro al Presidio viene quest’anno ulteriormente rafforzato con l’allocazione nel territorio neretino, e più precisamente nei locali del Palazzo di Città, sia della sede del Centro Studi Vittorio Bodini (organismo con cui questo Presidio ha uno stretto rapporto di collaborazione), sia con la predisposizione di una mostra permanente sulla vita e l’opera del grande poeta e traduttore che sicuramente assorbirà gran parte delle nostre energie.
Da questo punto di vista, il Presidio si impegnerà in una serie di attività che sfoceranno nel quarto Premio Letterario Internazionale Vittorio Bodini (per la poesia e la traduzione) che verrà preceduto e seguito da una serie di attività legate alla cultura del territorio e contemporaneamente alle letterature del mondo, con uno sguardo rivolto in particolare alla letteratura balcanica.

Presidio di Noci

“D”

Il progetto per il 2017, in continuità con l’anno precedente, è D… come Donna, “Pianeta Donna” ricorrenza dell’8 marzo; D… come Dialetto, “Araba Fenice” riscoperta del dialetto nocese; D… come Digitale, “Il digitale nell’età dell’adolescenza”. Ed inoltre, la rassegna di incontri con gli autori “Sempre nuova è l’alba”, i Giorni della memoria, la Festa dei Lettori.

Presidio di Noha e Galatina

“Alberi racconti lenti”

Il Presidio intende coinvolgere piccoli e grandi lettori in un percorso in cui i luoghi giocheranno un ruolo fondamentale. Gli alberi guardiani silenziosi della vita, testimoni vivi del tempo, fieri ed irriducibili amanti del cielo, generosi donatori di essenze e frutti, passo dopo passo rappresenteranno il filo conduttore per andare alla scoperta del territorio attraverso la lettura. Le storie di alberi e le loro magiche relazioni con gli altri esseri viventi saranno proposte attraverso letture animate, giochi teatrali, incontri con l’autore e laboratori espressivi. Per una lettura più accattivante le attività saranno integrate ad altre discipline (musica, pittura, teatro ecc.) e si organizzeranno in biblioteca, nelle scuole, per le strade, nei giardini del territorio.

Presidio di Noicàttaro

“Vite diverse”

Progetto tematico per riflettere sulle differenze che ci rendono speciali e uguali allo stesso tempo, sull’originalità di ogni essere umano, sulle relazioni, spesso violente e conflittuali tra le persone, sul rispetto dell’altro. Si prevede, inoltre, l’organizzazione di una serie di incontri mensili dedicati alle biografie di personalità del mondo dell’arte, della cultura e della società civile che hanno in qualche modo lasciato il segno, accompagnate da proiezioni o piccole rappresentazioni teatrali o musicali.

Presidio di Ostuni

“L’amico libro”

In un momento storico in cui la comunicazione fisica è quasi scomparsa a favore della comunicazione virtuale, il libro può costituire un momento in cui si possono stabilire dei ponti di comunicazione diretta. Il libro costituisce lo spazio intimo, ma anche lo spazio su cui interfacciarsi con l’altro da Sé. Si realizzeranno incontri con autori di genere letterari vari e incontri caratterizzati da vari tipi di linguaggi espressivi.

Presidio di Parabita – Emergenze Sud

“Il cammino interiore”

Il progetto tematico 2017 arricchisce il calendario del Presidio con un nuovo progetto culturale che si propone di indagare sulle relazioni tra fisica quantistica e vita spirituale con la partecipazione di seminari realizzati da studiosi del settore.

Presidio di Polignano a Mare

“Arte e letteratura”

A partire dal Museo Pino Pascali, che ospiterà Patrizia Calefato con il suo libro su arte e cinema, nonché una fashion designer svedese che presenterà invece un testo sulla moda, arte e letteratura sono i cardini sui quali verterà il lavoro del 2017. Ed inoltre – presso la sede del Presidio – Felicita Scardaccione con la sua favola ed il laboratorio per bambini; la casa editrice Electa-Mondadori con un testo di Irene Baldriga sulla storia dell’arte, nonché un importante convegno a tema. 

Presidio di Ruvo di Puglia

“Confabulare – Libri fuori dagli scaffali”

Con l’intento di far appassionare le nuove generazioni alla lettura attraverso la competitività, il progetto coinvolge la scuola primaria e secondaria di primo e secondo grado.

Presidio di San Donato di Lecce

“ri-creazione”

Il progetto vuole suscitare, nei cittadini del territorio di San Donato e Galugnano, curiosità e stimoli nei confronti del libro, della lettura, per favorire la formazione di un lettore autonomo e promuovere un cammino di crescita. L’idea fondante è la consapevolezza che dalla lettura di storie possano scaturire inedite emozioni, stimoli a raccontare se stessi, a paragonare le proprie esperienze con quelle dei protagonisti. Per questo il libro, in una società dove le immagini pongono adulti e bambini di fronte ad una fruizione passiva, rappresenta uno strumento indispensabile per alimentare e arricchire le potenzialità dell’immaginazione umana, diventando al tempo stesso uno strumento di riscoperta della realtà. La lettura, quindi, è da considerarsi come un viaggio, che si tramuta in esperienza.

Presidio di San Giorgio Ionico – Laboratorio Urbano Mediterraneo

“Letture a Km 0 – La Cultura a Filiera Corta”

Valorizzare gli autori locali mediante la presentazione delle loro ultime opere; stimolare la lettura e l’interesse del pubblico avvicinandolo non attraverso presentazioni stereotipate, bensì stimolando la curiosità nel libro proposto tramite presentazioni che fanno della cross medialità l’elemento dinamico ed accattivante delle stesse.

Presidio di San Giovanni Rotondo

“Sinergie”

Continua la collaborazione con il locale liceo nell’ambito del progetto lettura che da anni viene realizzato in sinergia con il Presidio. È in corso di avviamento una ulteriore collaborazione con la scuola primaria e media; gli argomenti sono la letteratura per l’infanzia, l’adolescenza e l’insegnamento della letteratura italiana.

Presidio di San Pancrazio Salentino

“Cria-traditor: alla scoperta delle nostre radici”

Progetto storico culturale volto a far conoscere, a partire dalla lettura iconografica del più antico affresco presente a San Pancrazio, la storia della presa del paese da parte dei turchi nel 1547.

Presidio di Sannicola

“MadreMare: bellezza, profondità, libertà, speranza di vita”

Amico e fratello tradito, umiliato, offeso, malato, violato; cuore ancora vivo e pulsante ma in lenta agonia; mare da conquistare, da domare, da sporcare più che un infinito di onde materne in cui immergersi e sciogliersi. Oggi, rotta di nuove disperazioni, richiamo verso fughe di libertà, MadreMare accoglie le vite di chi si è allontanato dai luoghi della memoria, dalla violenza, dalla povertà, costretto ad una pericolosa erranza o condannato a trovare spazio nella marginalità più assoluta.

Presidio di Santeramo in Colle – Libreria Equilibri

“Libroterapia, curarsi con i libri”

Partendo da Curarsi con i libri (Sellerio) di Ella Berthoud e Susan Elderkin, il Presidio intende promuovere un progetto che si ponga come obiettivo principe la “prescrizione” di pagine letterarie. La promozione della lettura come rimedio per ogni malanno dell’anima attraverso reading letterari, laboratori e letture animate per bambini.
“Quando mi sento male, non vado in farmacia, ma nella mia libreria.” – Philippe Djian

Presidio di Statte

“Impariamo la giustizia”

L’ipotesi è quella di affrontarne diversi aspetti della giustizia, trattando i seguenti argomenti: a) giustizia giuridico-costituzionale, anche in relazione ai temi della riforma; b) giustizia sociale: il tema dei diritti; c) contrasto e repressione della malavita: le mafie; d) il ruolo degli enti locali: l’uso dei beni confiscati.

Presidio di Taranto – Il Granaio

“La responsabilità di vivere, tra ieri e domani”

Il percorso progettuale prevede, in particolare, un gruppo di lettura sulle opere di letteratura contemporanea che indaghino le molteplici connessioni tra cronaca del presente e sciami sismici della storia. La discussione e il confronto dei lettori, prima di incontrare gli autori, aiuterà a comprendere la dimensione del presente, inserendola in un quadro culturale e interpretativo complesso e plurale. L’esperienza di “scuola in libreria”, una modalità per avvicinare i ragazzi ai libri e al loro mondo, sta suscitando molto interesse e si pensa di estenderla ad altre scuole.

Presidio di Taranto – Rosa Pristina

“Leggo, studio, imparo, cambio”

Un’attenzione particolare andrà quest’anno a quei progetti che, a partire da un testo scritto, sollecitino dei cambiamenti reali, nell’animo delle persone o nelle istituzioni. Scuola, politica, ambiente sono sempre stati temi cari; ma ancora di più sarà dato spazio alla parola che diventa azione.

Presidio di Terlizzi

“Fame di libri”

Un percorso tematico sul cibo da svilupparsi in incontri con autori e non solo. Attraverso un approccio multidisciplinare, si cercherà di far incontrare e dialogare culture, generazioni, gusti, emozioni e riflessioni. Tra le altre cose, sarà oggetto di attenzione il testo Coloribo di Bice Perrini con esperienze multisensoriali.

Presidio di Toritto

“Educazione alla legalità e alla convivenza civile”

Il progetto prevede quindi l’educazione alla legalità, alla tutela della pace e della giustizia, alla convivenza tra i popoli, alla tutela dell’ambiente, all’accettazione del diverso. Si vuole contribuire a creare un humus di resistenza attiva al degrado dei nostri tempi, soprattutto in paesi come il nostro ove spesso la legalità, il rispetto della “cosa pubblica”, dell’ambiente e il rispetto della persona sono compromesse.

Presidio di Veglie

“L’appetito vien leggendo”

Il progetto tematico che il Presidio intende sviluppare per il 2017 è il frutto di quasi un biennio di lavoro costante e “coraggioso” nell’ambito del territorio del comune e dei paesi limitrofi. In particolare, il nuovo anno pone in essere nuove sfide e il bisogno essenziale di ricalibrare l’attività di promozione della lettura anche nelle scuole.